Eventi | 12 gennaio 2021

A gennaio il nuovo libro dell'astigiana Laura Calosso "Ma la sabbia non ritorna"

Venerdì 15 gennaio la scrittrice sarà ospite della trasmissione "Geo" su Raitre, alle 17. Un'altra inchiesta, questa volta sul traffico internazionale di sabbie

A gennaio il nuovo libro dell'astigiana Laura Calosso "Ma la sabbia non ritorna"

Una scrittura coinvolgente, ma soprattutto documentazione e denunce, un giornalismo di inchiesta che sa unire una scrittura fluida ad argomenti di stretta attualità, spesso veri "pugni" nello stomaco.

Dal fenomeno hikikomori, raccontato in "Due fiocchi di neve uguali" a "La stoffa delle donne", sulla tossicità di tessuti prodotti all'estero e venduti dalle griffes italiane dell'Alta moda, filo trainante di una trasmissione di Report del 2018 "Pulp fashion".

"Ma la sabbia non ritorna"

Ora l'astigiana Laura Calosso torna in libreria con il suo nuovo "Ma la sabbia non ritorna" (Sem) in uscita il 14 gennaio, mentre il giorno dopo, la scrittrice sarà ospite della trasmissione Geo, alle 17 su Raitre. Un'autrice considerata "manifesto" dalla Casa editrice Sem, ancora al suo fianco in questa nuova avventura.

"Il romanzo - scrivono dalla Sem - mediante la vicenda sentimentale, esplora varie parti del mondo, dalle città fantasma cinesi costruite per milioni di abitanti ma tuttora disabitate, al delta del Mekong, agli Stati Uniti, agli Emirati Arabi, al Sud Est Asiatico dove sono state scavate intere isole, fino a farle sparire. La città-stato di Singapore, ad esempio, - come Dubai e Shanghai e altre megalopoli costiere - è un luogo in continua costruzione e utilizza sabbia di dubbia provenienza per acquisire nuova superficie ed estendersi nel mare, senza tener conto dell'innalzamento degli oceani che nel 2100 potrebbero sommergere vaste zone del pianeta".

Sinossi

Elena ha da sempre un rapporto traumatico con il padre, arricchitosi negli anni Sessanta estraendo sabbia da una cava e distruggendo le dune che proteggevano il litorale dalle mareggiate. Giovanissima, decide di scappare lontano da una famiglia che non la ama e su cui incombe la misteriosa morte del fratellino.

La vita la porta a viaggiare per il mondo lavorando come giornalista freelance a vari reportage. L’ultimo riguarda le “mafie della sabbia”, organizzazioni criminali che rubano la preziosa materia prima a tutte le latitudini per venderla dove è più richiesta, ovvero nelle nuove megalopoli o nelle popolose aree costiere in cui speculatori privi di scrupoli costruiscono isole artificiali e grattacieli. Studiando questi traffici illeciti e il loro catastrofico impatto ambientale, Elena scopre la verità su alcuni fatti avvenuti nella sua infanzia.

Lungo il romanzo corre parallelamente una tormentata storia d’amore. Per colmare il proprio bisogno di affetto la protagonista ha una relazione con un uomo che tende a idealizzare, pur vedendone i limiti. Di che cosa ha bisogno veramente? Forse solo arrivando a una resa dei conti con il proprio passato riuscirà a trovare una risposta.

Laura Calosso si conferma con questo romanzo un’autrice capace di intrecciare in modo innovativo narrativa e inchiesta giornalistica.

L'autrice

Laura Calosso è nata ad Asti. Giornalista, ha studiato Scienze politiche e Letteratura tedesca. Ha esordito nel 2011 con il romanzo A ogni costo, l’amore (Mondadori). Con SEM ha pubblicato nel 2017 La stoffa delle donne, che Report, la trasmissione d’inchiesta di Rai3, ha utilizzato per il reportage Pulp Fashion. Sempre con SEM ha pubblicato Due fiocchi di neve uguali, romanzo sul fenomeno hikikomori.

Ha tradotto il saggio di Vince Beiser sull'argomento del nuovo libro "Tutto in un granello".

Betty Martinelli