News | 10 giugno 2021

Canton Ticino: il programma della seconda settimana del LongLake Festival

Tanta musica con la rassegna Jazz Around, spazio al teatro e agli incontri con ospiti illustri (tra cui Piero Pelù!)

Canton Ticino: il programma della seconda settimana del LongLake Festival

Dopo il weekend inaugurale, LongLake prosegue il suo programma giornaliero (e gratuito) all’insegna della pluralità di eventi, location e proposte. Tanta musica con la rassegna Jazz Around, spazio al teatro e agli incontri con ospiti illustri (tra cui Piero Pelù!) e primo intervento artistico per Urban Art ad opera di Damiano Mengozzi, che realizzerà un’importante opera urbana presso il Centro Giovani di Viganello.

Concerti

Dopo l'intenso fine settimana con diversi concerti che hanno scaldato il palco del Boschetto Ciani, continua la programmazione della rassegna Jazz Around che questa volta sarà curata dal musicista ticinese Francesco Rezzonico. Nella serata di giovedì 10 giugno Rezzonico ha invitato il trio Mullener-Hernandez-Giovanoli, costituito da tre talentuosi giovani musicisti elvetici, che porteranno sul nuovo palco di Piazzetta San Carlo (ore 20.30) un repertorio costituito da composizioni proprie e standard jazz rivisitati. Sabato 12 giugno invece, sul palco del Boschetto Ciani (ore 20.30), protagonista sarà Daniel Bagutti, batterista ticinese classe '91, che riunirà alcuni dei musicisti meglio conosciuti nella scena latin jazz svizzera. Sul palco saranno presenti Alex Wilson al pianoforte dall'Inghilterra, Dudu Penz al basso dal Brasile, David Stauffacher alle percussioni da Zurigo.

Il palco allestito in Piazzetta San Carlo, ospiterà questa settimana diversi concerti. Venerdì 11 giugno

toccherà a Max Dega con la sua The Shurablues Band (ore 20.30), mentre sabato 12 giugno salirà sul

palco il Gruppo Mandolinistico di Gandria sotto la direzione del maestro Stefano Bazzi (ore 21.00). Domenica 18 giugno, il Boschetto del parco Ciani ospiterà la seconda matinée della stagione (ore 10.30) con il chitarrista Davide Dipilato che proporrà un percorso della chitarra attraverso tre stili significativi della storia della musica: barocco, classicismo, neoclassicismo. Con lui sul palco Teona Kazishvili (violino) e Charles Frelon (violoncello).

Ricordiamo che domenica 13 giugno (ore 19) si terrà il concerto inaugurale di Ceresio Estate, nel cortile del Centro Scolastico di Montagnola con la briosa violinista ticinese Maristella Patuzzi accompagnata da | Musici di Parma, mentre LuganoMusica proporrà diversi concerti (info e programma al sito luganomusica.ch.

Incontri

Ampia anche l'offerta degli incontri, capitanata dal Wor(l)ds Festival, che invita alla conquista di nuovi mondi con ospiti di spicco, dalla letteratura all'arte, passando per l'architettura e la scienza, dove il filo conduttore è la meraviglia della scoperta e la curiosità dell’approfondimento. Spazio questa settimana alle collaborazioni, in particolare con Tortuga Magazine che nel corso dell'estate proporrà otto eventi con otto autori provocanti: ospiti di questa settimana Piero Pelù (giovedì 9 giugno, ore 17, Boschetto Parco Ciani) che partendo dal libro “Spacca l'infinito” (Giunti, Firenze 2021), aprirà la memoria ai fatti della sua vita, agli inizi della sua storia, alle persone che hanno camminato con lui, ai luoghi che lo hanno segnato, sempre con la compagnia della musica. L'artista dialogherà con Gianluca Verga. Il secondo ospite invitato sarà Alessandro Rivali che giovedì 10 giugno, ore 18, presenterà al pubblico del Boschetto Ciani il suo ultimo libro “La terra di Caino” (Lo Specchio, Mondadori, 2021) in dialogo con Jacopo Guerriero.

Continua anche la rassegna Chilometro zero, progetto di promozione della lettura proposto dalla Biblioteca cantonale di Lugano. Sul palco del Boschetto Ciani, venerdì 11 giugno (ore 18:00) Luigi

Maffezzoli autore del volume “Donne che hanno fatto l'Unione. Cento anni dell'Unione femminile cattolica ticinese (1920-2020)” (Dadò, Locarno 2021) che sarà in dialogo con Daria Pezzoli Olgiati e Corinne Zaugg. Il giornalista parlerà dei primi cento anni dell’Unione femminile cattolica ticinese raccontati attraverso verbali, i giornali, i racconti delle protagoniste di un'associazione finora ignorata dalla storiografia, che ha saputo però coinvolgere decine di migliaia di giovani e di donne influenzando rapporti, comportamenti, costume, educazione, impegno sociale ed ecclesiale nel corso di tutto il Novecento. Modera Luca Saltini.

Teatro

Quello dedicato al teatro, è un filone formato da stimolanti proposte artistiche, che vedono protagonisti interpreti e compagnie di casa e ospiti internazionali. Il teatro sarà di scena questa settimana con quattro appuntamenti. Martedì 8 giugno, alle 21, il palco del Boschetto del Parco Ciani ospiterà lo spettacolo di Flavio Stroppini “C'era una volta la tempesta”, con protagonista Matteo Carassini. Tra il racconto e la canzone (in italiano e dialetto), una storia d'altri tempi che parla anche dei nostri giorni. In questo modo, così vicino alla narrazione orale dei vecchi cantastorie, si raccontano i cinque atti de "La tempesta" mescolati con la storia dei pirati Mazzarditi, così vicini all'opera di Shakespeare da pensare che forse, nella sua ultima opera, il Grande Bardo si sia ispirato un poco anche a loro.

Spazio anche alla rassegna Palco ai Giovani, che metterà in luce i giovani talenti e le proposte provenienti dalle scuole di musica e/o di danza del territorio. Protagonista di questa settimana il Centro artistico MAT, che sabato 12 e domenica 13 giugno (ore 13.30) proporrà sul palco del Teatro Foce diversi saggi di teatro di bambini, ragazzi, adolescenti e adulti che frequentano la scuola. Un momento prezioso anche per chi volesse conoscere le tante attività proposte dal centro artistico diretto da Mirko D'Urso. Lunedì 14 e martedì 15 giugno, alle 20.30, sul palco del Teatro Foce andrà in scena lo spettacolo "Camere da letto” del Centro Artistico MAT. Lo spettacolo di Alan Ayckbourn per la regia di Sara Marconi racconta di tre camere da letto, quattro coppie sposate e una notte interminabile.

Ricordiamo infine che lunedì 14 giugno il palco del Boschetto Parco Ciani (ore 21) ospiterà “The Beautiful Tragedy to be Human” dell’Accademia Teatro Dimitri, un lavoro Collettivo di Fine Formazione. Quattro registi, provenienti dall'allora Scuola Teatro Dimitri, attraverso il talento di otto attori-danzatori-acrobati dell’attuale Accademia Teatro Dimitri, intendono far dialogare e convergere le loro visioni, i loro linguaggi e le loro intuizioni creando insieme un inno alla fragilità e alla bellezza dell'essere umano.

Urban art

Da non dimenticare anche le proposte di Urban Art, che permettono di aprire nuove prospettive, relazioni e riflessioni rispetto all'ambiente che ci circonda, invitandoci a scoprire scorci cittadini con occhi nuovi grazie alla realizzazione di diverse opere murarie, installazioni e interventi artistici. Questa settimana segnaliamo l'intervento artistico di Damiano Mengozzi, artista luganese classe 1987, che tra il 7 e il 20 giugno, sarà impegnato, insieme ad un gruppo di ragazze e ragazzi, nella realizzazione di un'importante opera urbana sullo stabile di Via Pazzalino 8, che ospita il Centro Giovani di Viganello attivo ormai da quarant'anni. Si tratterà di un intervento artistico in grado di integrarsi con l’ambiente circostante mantenendo allo stesso tempo una continuità con le attività che vengono svolte al suo interno.

Altro

Sino al 29 agosto il lungolago sarà chiuso al traffico ogni venerdì (20.30-1.30), sabato (18-1.30) e domenica (16-01.30). Sabato 12 giugno (dalle 20 fino alla mezzanotte), appuntamento con Ticino Makers — Local Market, il mercatino di brand locali a cura di Ticino Makers che offre la possibilità

di conoscere coloro che stanno dietro ai vari brand locali, scoprire i loro prodotti di alta qualità e acquistarli.

Continua da giovedì a domenica (fino al 29 agosto), Lugano Bella. Coordinato dall'omonimo collettivo, il temporary shop propone a Rivetta Belvedere una selezione di designer e creativi provenienti da differenti realtà del Ticino. Il pop up shop sarà aperto dalle 16 alle 21, (solo se il tempo è bello!).

Sono aperti al pubblico gli stabilimenti balneari della Città di Lugano: Lido di Lugano, Lido Riva Caccia, Lido San Domenico e il Lido di Carona. Ricordiamo infine che l’infopoint ufficiale del Festival è situato presso la Darsena del Parco Ciani. Ricordiamo che per la maggior parte degli appuntamenti in programma l'accesso sarà libero ma il distanziamento verrà costantemente garantito mantenendo 1,5 metri di distanza tra i posti a sedere. Per alcuni eventi, che saranno puntualmente indicati sui canali di LongLake, sarà inoltre ancora disponibile il sistema di prenotazione della piattaforma my.lugano.ch (a seconda delle disposizioni federali e cantonali).

W.A.

Ti potrebbero interessare anche: