Itinerari | 04 ottobre 2021

Costa Azzurra: “E quindi uscimmo a riveder le stelle” Saint Paul de Vence spegne parte dell’illuminazione pubblica

Dal prossimo 1 dicembre saranno spenti 209 punti luce dalle 23 alle 5 e si potrà così ammirare il cielo stellato

Costa Azzurra: “E quindi uscimmo a riveder le stelle” Saint Paul de Vence spegne parte dell’illuminazione pubblica

E quindi uscimmo a riveder le stelle”, Dante Alighieri e i versi conclusivi della Divina Commedia, in questo caso, non c’entrano!
Saint Paul de Vence ha deciso di unirsi ai tanti comuni che, di notte spengono le luci pubbliche: dal 1° dicembre il villaggio della Costa Azzurra meta di artisti e di turisti, la notte, sprofonderà nel buio, almeno in alcune strade.

 

 

Un esperimento deciso dal Consiglio Municipale destinato non solo a risparmiare energia elettrica e quindi denaro pubblico, ma anche a restituire la sua “normalità” all’ambiente.

Saranno spenti 209 punti luce, quasi un sesto di quelli installati nel villaggio e, dalle 23 alle 5, sarà buio.

Chi lo desidera potrà uscire di casa per ammirare il cielo stellato, magari abbassando un poco la testa, ogni tanto, per controllare dove si stanno mettendo i piedi.

Per sopire le polemiche di chi non è d’accordo col provvedimento, l’amministrazione comunale ha pubblicato una serie di informazioni dalle quali si desume che:

  • Uno studio "Kantar TNS" del 2018 conclude che solo il 5% dei furti con scasso si verifica tra le 23 e le 6.
  • Per quanto riguarda la sicurezza stradale, i Gendarmi ritengono che la ridotta visibilità notturna incoraggi gli automobilisti a rallentare e quindi riduca il numero e la gravità degli incidenti.
  • Lo spegnimento di una parte dell’illuminazione della tangenziale di Parigi per 3 mesi ha provocato una riduzione del 50% degli incidenti.
  • La Gendarmeria stima che tanto più i punti luminosi sono vicini al centro della città, tanto più rapido è il loro intervento in caso di inciviltà e piccoli traffici. Da qui l'importanza di mantenere il centro cittadino illuminato e di chiudere le zone non facilmente raggiungibili a piedi.
  • L'illuminazione altera i ritmi biologici, riduce la capacità di resistere ai virus e di riprodursi.
  • Oltre il 70% della fauna selvatica è notturno ed è influenzato dall'illuminazione notturna.
  • L'estinzione riduce sia le emissioni di gas serra, i rifiuti tossici e l'uso di combustibili fossili, in particolare le energie importate (gas, uranio, petrolio).
  • Ogni accensione di un punto luce richiede energia da una centrale nucleare.
  • Tutti i punti luce lasciati in funzione di notte equivalgono alla produzione di 2 centrali nucleari.

Da dicembre a Saint Paul de Vence si passerà dalla teoria alla pratica e le luci si spegneranno alle 23 per consentire di ammirare le stelle e di sognare guardando la Luna.



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche: