News | 04 dicembre 2021

Inaugurata la 452 Fiera Fredda, quella della ripartenza [FOTO]

Il sindaco Beretta, alla sua ultima da sindaco: "È stato un piacere chiudere questo ciclo di 10 anni. Un piacere governare questa città. La Fiera Fredda è di tutti, di un territorio intero"

Inaugurata la 452 Fiera Fredda, quella della ripartenza  [FOTO]

 

Tutti, negli interventi, l'hanno definita la Fiera della ripartenza dopo lo stop forzato per Covid.

Questa mattina, sabato 4 dicembre, all'Auditorium di Borgo San Dalmazzo è stata inaugurata la 452^ Fiera Fredda. Presenti sul palco il sindaco Gian Paolo Beretta, il consigliere regionale Paolo Bongioanni, il direttore ATL del Cuneese Daniela Salvestrin, il presidente della Provincia Federico Borgna e l'assessore comunale alle Manifestazioni Alessandro Monaco.

Beretta è alla sua ultima fiera da sindaco, dopo dieci anni di mandato: "È stato un piacere chiudere questo ciclo di 10 anni. Un piacere governare questa città. La Fiera Fredda ha tanti significati, territorio tradizione, affetto. Una fiera che è di tutti, di un territorio intero. Quest'anno purtroppo sarà ancora rimaneggiata causa Covid. Alla Bertello però si sta compiendo un atto di vita con l'hub vaccinale dove convergono cittadini da quasi tutta la Provincia".

Anche il presidente della Provincia Borgna ha voluto sottolineare l'importanza dei vaccini: "E' la decima Fiera Fredda che inauguriamo insieme. La manifestazione principe del territorio. Grazie a Gian Paolo. Credere nelle manifestazioni vuol dire investire sul territorio. La pandemia è una brutta bestia. Ma noi abbiamo numeri buoni grazie ai vaccini. Grazie agli operatori sanitari e a tutti coloro che hanno deciso di vaccinarsi per il proprio bene e per il bene degli altri".

Valter Cesana ha fatto un intervento sulla storia di questa manifestazione: "Era il 18 dicembre del 1569, quando Dalmasso Fenoglio e Biagio Pasquerio chiesero e ottennero la concessione da Emanuele Filiberto per la prima fiera in onore del Santo Patrono di Borgo San Dalmazzo. I due sindaci,  fissarono la data dell’evento il 5 dicembre e la sua durata a tre giorni. Erano a Torino per discutere dei confini di Gaiola. Oggi siamo ancora qui dopo 452 anni ad aprire la Fiera Fredda".

Era presente anche la parlamentare Monica Ciaburro: "Mantenere le tradizioni legate al territorio sviluppa le radici e il tessuto socio economico e turistico".

Il consigliere regionale Paolo Bongioanni ha voluto ringraziare il sindaco Beretta: "Grazie per l'amicizia e per le lezioni di umanità, per l'amore e la dedizione che hai sempre dimostrato alla tua comunità".

La direttrice ATL Salvestrin: "Questa è stata la prima amministrazione a credere in ATL affidandole la gestione dell'ufficio turistico. C'è anche in previsione lo spostamento dell'ufficio accanto al nuovo museo MEMO4345 che è gestito da noi. Non è scontato fare manifestazioni. Davvero da premiare la  dedizione e il coraggio di queste amministrazioni. L'unico modo per ringraziarle è frequentarle. ATL è sempre a fianco di tutti coloro che lanciano il cuore oltre l'ostacolo. La Fiera Fredda apre la stagione di dicembre che è ricchissima. Dopo il porro e la lumaca, avremo il bue grasso e il cappone".

Presenti anche rappresentanti di istituti bancari e fondazioni: Ezio Raviola, vicepresidente Fondazione CRC; la BCC di Caraglio rappresentata da Manuela Bertone, la BCC di Boves con Marro, la Cassa di risparmio di Savigliano con il direttore.

Importante infine il contributo delle associazioni. Presenti Confartigianato con il rappresentante di zona Risso, Confcommercio con il presidente Luca Chiappella, CNA con Patrizia Dalmasso e Confagricoltura con Mariano Celli.

Nel pubblico tutta la Giunta di Berettae molti sindaci delle valli.

A seguire il convegno “Sostenibilità dell'allevamento elicico tradizionale e rapporti con l'ecosistema” a cura dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta e del Consorzio della lumaca borgarina.

Domani, 5 dicembre, la giornata clou con centinaia di bancarelle per le vie del centro. Nel cortile di Palazzo Bertello è stata allestita una bancarella del Consorzio della lumaca borgarina per la vendita delle chiocciole con un prezzo che varia dai 24 ai 30 euro al chilogrammo. Ci sarà poi un punto di somministrazione del prodotto trasformato presieduto dagli “Amici di Borgo Nuovo” e un piccolo mercato dei presidi Slow Food come mieli di montagna, castelmagno e aglio di Caraglio.

Come da tradizione poi, domenica 5 dicembre alle 10.30 nella parrocchia di Borgo si terrà la Santa Messa solenne presieduta da Monsignor Piero Del Bosco con la partecipazione delle autorità civili e militari. Dalle 11.30 alle 18 venerazione delle reliquie del Santo.

Ti potrebbero interessare anche: