Eventi | 14 settembre 2022

Asti regina del vino. Torna la Douja d'Or, 'diffusa' nel centro città fino al 18 settembre

Saranno giorni intensi e ricchi di eventi con un programma più lungo nei due weekend (10 e 11, 17 e 18 settembre)

Asti regina del vino. Torna la Douja d'Or, 'diffusa' nel centro città fino al 18 settembre

Taglio del nastro oggi pomeriggio per la 56esima edizione della "Douja d'Or", uno degli eventi cardine del Settembre Astigiano.

Quest'anno il festival diffuso si svolgerà fino al 18 settembre. Saranno giorni intensi e ricchi di eventi con un programma più lungo nei due weekend (10 e 11, 17 e 18 settembre) e concentrato nelle sere (dalle ore 18) dei giorni infrasettimanali.

Presenti alla conferenza stampa che precede il momento inaugurale Maurizio Rasero, sindaco del Comune di Asti, Fabio Carosso, vicepresidente della Regione Piemonte, Davide Massaglia, vicepresidente della Provincia di Asti, Mario Sacco, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Gian Paolo Coscia, presidente della Camera di commercio di Alessandria-Asti, Filippo Mobrici, Vicepresidente Piemonte Land of Wine. 

Rasero: "In arrivo tantissimi turisti. Fusione Atl dà grandi risultati"

Ad aprire i lavori il sindaco di Asti, Maurizio Rasero. "Abbiamo creduto si potessero fare cose prima inimmaginabili e cioè fonderci con una Atl vicina che ci sta portando grandi risultati - ha detto - Sono in arrivo tantissime persone per visitare la nostra città. Stamattina ho incontrato una delegazione di 40 persone arrivate dal Brasile.
Anche le proloco, per le Sagre, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e hanno salvato la manifestazione per ripartire e tornare a pieno regime al più presto"
.

Dello stesso avviso anche il vicepresidente regionale Carosso: “Da astigiano sono felice della ripresa di questo settembre. Un momento che vede crescere le nostre aziende sempre più all’insegna della qualità. C’è la consapevolezza di grandi potenzialità per fare sempre meglio”.

L’assessore regionale ai Trasporti, Marco Gabusi, ha aggiunto: “Non è scontata la ripartenza e questa non è un’edizione minore e lo slogan della Douja è perfetto per il nostro territorio".

Gli fa eco Mario Sacco: “Nonostante la crisi e le difficoltà il nostro territorio ha saputo fare sistema. Il vino è storia, cultura e turismo”.

Aggiunge il presidente Coscia: "Il nostro vino è il traino di tutta l’economia del territorio e più il territorio è unito e più funziona".

Tavola rotonda

A seguire la Tavola rotonda - Dall’agricoltura all’industria e dai servizi al turismo: dibattito sulla filiera allargata del vino. Ospiti: Daniele Eberle, agronomo, Mario Redoglia, enologo, Tommaso Bosco, giovane viticultore dell’Azienda Agricola Bosco di Castagnole Monferrato, Walter Massa, vignaiolo e filosofo dell’azienda vinicola Vigneti Massa, Valeria Gaidano, produttrice della Tenuta Tamburnin, Presidente Associazione Vignaioli Albugnano 549 e Donna del Vino del Piemonte, Massimo Noviello, Amministratore Delegato O-I, Mauro Carosso, Presidente AIS Piemonte.

Con l'avvio della manifestazione è prevista anche la partecipazione della banda BandaKadabra da piazza Medici verso via Alfieri.

Tra talk e degustazioni, due nuove location

Il vino resta saldamente il centro della manifestazione: talk, degustazioni, masterclass, incontri, letture, spettacoli e cene ne racconteranno tutte le sfumature offrendo a turisti, addetti ai lavori ed appassionati spunti di conoscenza e di approfondimento.

Due nuove location si aggiungono alla mappa della Douja d’Or: la Camera di Commercio di Piazza Medici - che ospiterà le masterclass organizzate da Piemonte Land of Wine - e il Comune di Asti, in Piazza San Secondo, che ospiterà l’Enoteca della Douja, che anche quest’anno, con migliaia di bottiglie e oltre 500 etichette, sarà, per 10 giorni, la più grande enoteca di vini del Piemonte di tutta Italia.

Piazza San Secondo, con lo stand di Piemonte Land of Wine, che rappresenta oggi tutti i 14 Consorzi del vino ufficialmente riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura e promuove gli oltre 44.000 ettari di vigneto piemontesi, con 18 Docg e 41 Doc regionali, sarà il centro ideale di un percorso che si snoderà tra le vie, le piazze ed i palazzi storici di Asti alla scoperta delle grandi eccellenze del territorio: dall’Asti al Moscato d’Asti Docg alla Barbera d’Asti ed i Vini del Monferrato, dal Vermouth ai vini bíologici fino alle grappe.

Il Consorzio per la Tutela dell’Asti Spumante e del Moscato d’Asti, nell'anno del suo 90esimo anniversario, tornerà alla Douja d'Or 2022 per far vivere ai visitatori tutta la convivialità e la leggerezza delle bollicine aromatiche più brindate al mondo. All’interno del cortile di Palazzo Gastaldi, storica sede del Consorzio, saranno servite nelle varie tipologie oltre che in miscelazione all'interno di gustosi e rinfrescanti cocktail. Torneranno anche le Ape Car, già apprezzate dai visitatori lo scorso anno e che in questa edizione si faranno carico del messaggio “Asti Vibe”.

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ritorna a Palazzo Alfieri dove racconterà la storia e il valore di questo territorio patrimonio dell’Umanità Unesco attraverso degustazioni e cene a tema, in collaborazione con la Scuola Alberghiera AFP COLLINE ASTIGIANE.

L’Unione Industriale della Provincia di Asti sarà presente anche quest’anno alla Douja d’Or con la propria Rassegna dei Vermouth e Vini Aromatizzati, nello storico cortile di Palazzo Ottolenghi dove si potranno degustare Vermouth in purezza o miscelati. Nello stesso palazzo, nella Sala degli Specchi, il Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo darà vita a serate di degustazione guidata e ad una dimostrazione di cocktail con bar tender a disposizione.

Confermata la location della Cascina del Racconto per l’Associazione Produttori del Vino Biologico del Piemonte. Proprio alla cascina del racconto verrà consegnato il premio Barbateller e verranno organizzate le cene in collaborazione con chef stellati piemontesi.

Il contesto imprenditoriale delle province di Alessandria e Asti

La Douja d’Or, rinomato e atteso appuntamento per promuovere e celebrare le eccellenze enologiche del territorio, è anche un’occasione per condividere con le istituzioni, gli enti e i cittadini informazioni e aggiornamenti sull’andamento dell’economia locale.

Il tessuto imprenditoriale delle province di Alessandria e Asti, territorio di competenza del nuovo Ente camerale accorpato da ormai due anni, conta, al 30 giugno 2022, poco più di 64.500 imprese aziende iscritte al Registro delle Imprese, di cui il 64% in provincia di Alessandria e il restante 36% in provincia di Asti.

Le due province insieme rappresentano il 16,9% del sistema imprenditoriale regionale e poco più dell’1% di quello nazionale. Dal raffronto con gli anni passati si registra una perdita di quasi 600 unità rispetto alla situazione registrata al 30.06.2021, e di oltre 2.000 unità rispetto a 5 anni prima. I settori in cui la diminuzione del numero di imprese è stata più marcata sono l’agricoltura (-225 unità rispetto al 30.06.2021 e -984 rispetto al 2018), il commercio (-425 sul 2021 e -1.126 sul 2018) e le attività manifatturiere (-109 sul 2021 e -436 sul 2018). Migliore l’andamento dei servizi (+95 unità rispetto all’analogo periodo 2021 e +508 rispetto al 2018) e delle strutture ricettive e della ristorazione (+32 rispetto al 2018, ma -24 rispetto al 2021).

SOMMELIER VS SOMMELIER. QUANDO IL VINO INCONTRA E SI "SCONTRA" CON IL CIBO

Alla Douja d’Or 2022 il vino è sempre al centro. Ma quando viene accostato al cibo, ecco che scendono in campo i migliori esperti di entrambi i settori, pronti a incontrarsi e “scontrarsi” per raccontare gli abbinamenti più insoliti e creare connubi dai sapori sorprendenti. 

Sommelier di cibo si confronteranno con altrettanti sommelier di vino snocciolando le particolarità di prodotti enogastronomici italiani d’eccellenza, attraverso una serie di incontri, talk e degustazioni nelle suggestive location della Douja d’Or, tra le vie del centro storico di Asti.

Appuntamento per mercoledì 14 settembre alle 19 a Palazzo Alfieri presso la sede del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato con il talk e degustazione gratuita di formaggi con Elio Siccardi, Delegato ONAF (L'Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio) di Asti e Alessandro Pio, Delegato ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) di Asti.

Modera l’incontro Paola Gula, scrittrice, autrice, sommelier e food lovers.

Vini a pagamento al banco.  Accesso libero, fino a esaurimento posti.

Giovedì 15 settembre alle 21 il Consorzio dell’Asti e Moscato d’Asti D.O.C.G. ospita a Palazzo Gastaldi il talk degustazione Il Vino incontra le Ostriche, con Red Oyster Italia azienda in Italia specializzata per corsi sommelier e nell’apertura di ostriche fresche in occasione di feste ed eventi.

Modera l’incontro Paola Gula scrittrice, autrice, sommelier e food lovers. Evento su prenotazione €10,00 - 0141.594842 – consorzio@astidocg.it

Venerdì 16 settembre appuntamento alle 21 nella suggestiva cornice di Palazzo Ottolenghi. L’Unione Industriale della Provincia di Asti – Vermouth accoglie l’incontro con degustazione dal titolo Il Vermouth incontra il Cioccolato, con Guido Castagna cioccolatiere, torrefattore, uno degli artigiani più conosciuti e rinomati della grande cioccolateria torinese.

Modera l’incontro Marco Fedele, autore, conduttore radiofonico, direttore creativo di CioccolaTò a Torino. Prenotazione obbligatoria al numero 0141.436965.

L’ultimo incontro di Sommelier vs Sommelier è in programma sabato 17 settembre alle 21 presso la Sala degli Specchi di Palazzo Ottolenghi.

Il Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo e l’Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa ed Acqueviti ospita l’incontro/scontro tra grappe e torrone, con Barbero Davide - Torrone e Cioccolato Artigianale -Asti dal 1883 e il Sommelier della Grappa Gianluca Bordone.

Modera l’incontro Paola Gula scrittrice, autrice, sommelier e food lovers

L'intero programma è disponibile nel PDF in allegato a questo articolo.

Testa - Martinelli

Ti potrebbero interessare anche: