Eventi | 14 maggio 2024

Torino ospita la nuova edizione del "Festival Internazionale dell'Economia"

L’evento si svolgerà dal 30 maggio al 2 Giugno 2024 per discutere del tema Chi possiede la conoscenza, premi Nobel, relatori italiani e internazionali provenienti dai più prestigiosi centri di ricerca mondiali. E poi giornalisti, storici, analisti e rappresentanti autorevoli delle istituzioni italiane ed europee

Torino ospita la nuova edizione del "Festival Internazionale dell'Economia"

Riparte a Torino giovedì 30 maggio per chiudersi domenica 2 giugno il Festival Internazionale dell’Economia. Tema di quest’anno: Chi possiede la conoscenza. “Oggi - riflette Tito Boeri, direttore scientifico del festival - il progresso tecnologico è in gran parte legato alla conoscenza, all'uso delle informazioni per creare valore.” Ragionare su questo processo, le sue dinamiche e le sue conseguenze è essenziale per comprendere il mondo in cui viviamo.

“Le nuove frontiere del progresso tecnologico – prosegue Boeri – stanno ridefinendo il nostro modo di lavorare molto più che in passato. Le macchine non sono più soltanto in condizione di sostituire l’uomo in attività ripetitive, di routine, ma anche in mansioni e professioni intellettuali. Compiti che un tempo erano appannaggio esclusivo dell’uomo, come scrivere, tradurre, disegnare, possono essere svolti da macchine anziché da persone. E si teme che anziché essere noi a guidare questi sviluppi e a utilizzarli per elevare la qualità del nostro lavoro, siano gli algoritmi a prendere il sopravvento, a decidere loro per noi in direzione per noi svantaggiose. Il problema di fondo è governare, anziché subire, il progresso tecnologico.

Ma come farlo?” Nei quattro giorni di incontri cercheranno di rispondere a questa domanda i più autorevoli esperti sul tema tra economisti, informatici, tecnologi, storici, sociologi, giuristi, studiosi dei media e imprenditori.

Per aiutare il pubblico ad orientarsi nel ricco programma del festival tutti gli appuntamenti sono suddivisi nei tradizionali formati: parole chiave, vere e proprie lezioni su concetti fondamentali, appunto, come “IA e mercati”, “piattaforme digitali”, “social media”; alla frontiera dove saranno raccontate le ricerche più innovative legate al tema del festival; visioni per guardare alla probabile evoluzione futura di molti fenomeni; intersezioni per promuovere la fertilizzazione reciproca fra economia e altre discipline; nella storia e storia delle idee dove il passato aiuta a meglio comprendere le ragioni del presente; testimoni del tempo, racconto in prima persona di testimoni autorevoli del mondo dell’economia, della scienza e della politica. A quest’ultimo formato si affiancano i dialoghi e i forum che saranno occasioni di scambio di opinioni e competenze diverse; i confronti che mettono in connessione le esperienze provenienti dal mondo dell’università, delle istituzioni e del territorio e dove quest’anno, tra le altre, figurano iniziative in collaborazione con Biennale Democrazia e Biennale Tecnologia; incontri con l’autore in cui si presentano le novità editoriali più interessanti nel dibattito economico e politico, compresi libri freschi di stampa, ancora non tradotti in italiano; cineconomia, l’economia spiegata attraverso il grande cinema. Infine non mancheranno la Alan Krueger Lecture, la Luca d’Agliano Lecture, l’Inet dialogue cui si sono aggiunte la Marco Fanno Lecture, la Mario Pagliero e Alessandro Sembenelli Lecture e la Carlo Alberto Medal Lecture.

A seguire una selezione degli eventi in programma al festival. L’elenco in via di aggiornamento è consultabile sul sito www.festivalinternazionaledelleconomia.com.

Il Festival Internazionale dell’Economia è ideato, progettato e organizzato dagli Editori Laterza con la direzione scientifica di Tito Boeri. La manifestazione è promossa dal TOLC (Torino Local Committee), coordinato dalla Fondazione Collegio Carlo Alberto e composto dalla Regione Piemonte, dalla Città di Torino, dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, dalla Fondazione CRT, dall'Università di Torino, dal Politecnico di Torino, dalla Camera di commercio di Torino, da Unioncamere Piemonte, da Unione Industriali Torino e da Legacoop. L’iniziativa è inserita nell’ambito di Torino Futura - Generazione di Cultura. L’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e Cassa Depositi e Prestiti sono partner istituzionali dell’evento.

 

Direttore scientifico

Tito Boeri

Comitato editoriale

Giorgio Barba Navaretti

Innocenzo Cipolletta (coordinatore)

Maria Laura Di Tommaso

Pietro Garibaldi

Giuseppe Laterza

Stefano Sacchi

Michael Spence

Francesca Trivellato

 

La squadra del Festival

Ideazione, progettazione e organizzazione

Editori Laterza con la direzione scientifica di Tito Boeri

Coordinamento del TOLC (Torino Local Committee)

Fondazione Collegio Carlo Alberto

 

Promotori membri del TOLC

Regione Piemonte

Città di Torino

Fondazione Compagnia di San Paolo

Fondazione CRT

Università di Torino

Politecnico di Torino

Camera di Commercio di Torino

Unioncamere Piemonte

Unione Industriali Torino

Legacoop

 

Nell’ambito di

Torino Futura - Generazione di Cultura

 

Partner istituzionali

Parlamento europeo 

Commissione europea

Cassa Depositi e Prestiti

 

Media partner

La Stampa

Rai Radio 1

Rai Radio 3

Rai News.it

 

Partner

Intesa Sanpaolo

 

Main sponsor

ABI - Associazione Bancaria Italiana

Lavazza Group

Reale Mutua

 

Sponsor

Global Thinking Foundation

Google

PedersoliGattai

   

Supporter tecnico

Turismo Torino e Provincia

  

Scientific Advisor

Accademia delle Scienze di Torino

INET - Institute for New Economic Thinking

Ti potrebbero interessare anche: