News | 11 maggio 2022

Grande giornata a Nizza: oggi “apre” l’IKEA (Foto)

Per gli abitanti delle Alpi Marittime finisce il lungo viaggio verso Tolone: da oggi é possibile, per arredare casa, recarsi nel grande centro vendita posto lungo il percorso della Ligne 3 del tram. Uno spazio vendita di 24 mila metri quadrati

Grande giornata a Nizza: oggi “apre” l’IKEA (Foto)

La giornata a lungo attesa è finalmente giunta: oggi a Nice – Saint Isidore, lungo il percorso della Ligne 3 del tram, apre il grande magazzino dell’IKEA.
Per i nizzardi e per gli abitanti delle Alpi Marittime finisce il lungo viaggio verso Tolone: da oggi, mercoledì 11 maggio 2022, é possibile, per arredare casa, recarsi nel grande centro vendita posto lungo il percorso del Var, poco oltre lo stadio dell’Allianz Riviera.

A dire il vero, come mostrano le fotografie che pubblichiamo a corredo di questo articolo, l’Ikea ha già vissuto la sua pre-apertura lunedì, quando sono potuti entrare i possessori della Ikea Family che si sono aggirati lungo i 24 mila metri quadrati dello spazio vendita posto su due piani.

 

Questa mattina alle 10 verranno aperte le porte ed è facile immaginare che sarà una giornata intensa per il punto vendita ed anche per il territorio circostante a vivere.
In una sola giornata, oltre all’apertura dell’IKEA, poco distante, all’Allianz Riviera, scenderà in campo il Nizza per disputare il posticipo della terz’ultima giornata di campionato col Saint Etienne e, la sera, è previsto pure un concerto di Angèle al Palais Nikaia.

Questo ha indotto l’amministrazione comunale a chiudere o limitare il transito su alcune strade con l’invito, pressante, ad utilizzare il tram della Ligne 3 per spostarsi nell’area posta ad Ovest della città, lungo il Var.

 

Per quanto concerne l’Ikea é anche disponibile il centro alimentare dove si possono acquistare i prodotti svedesi che i frequentatori dell’Ikea ben conoscono: dalle insuperabili patatine alle polpette fino al salmone affumicato.

Per Nizza si tratta di un momento importante: la struttura, tra l’altro, dà lavoro a quasi 400 persone, in più occorre tenere conto dell’indotto, delle quali oltre 300 provenienti dal territorio: a dirigere la grande struttura di Saint Isidore é Patrick Cazorla.

 

L’investimento complessivo per realizzare la struttura di vendita ha toccato i 150 milioni di euro con particolare attenzione ai consumi e all’energia alternativa: il tetto, visibile ai residenti, è stato pensato come quinta facciata, per una perfetta integrazione visiva con 3.100 pannelli fotovoltaici verdi e circa 10.000 mq di aree verdi.

 

Questa attrezzatura consente al centro commerciale di soddisfare il 40% del suo fabbisogno energetico. I lucernari forniscono l’illuminazione naturale e il negozio utilizza l'energia geotermica per il riscaldamento e il raffreddamento.
Sono a disposizione dei clienti e dei dipendenti 40 stazioni di ricarica per veicoli elettrici e 5 stazioni sono a disposizione dei vettori per le consegne dell'ultimo miglio, per le quali verranno utilizzati sempre veicoli elettrici.



Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche: