Ristoranti | 20 agosto 2021

Ospedaletti (IM): un’esperienza unica ed all’insegna della qualità nella proposta del ristorante "Come a Casa".

Lo chef Piero Bregliano propone una cucina di mare e di terra, con prodotti genuini e freschi in piatti innovativi e creativi.

Ospedaletti (IM): un’esperienza unica ed all’insegna della qualità nella proposta del ristorante "Come a Casa".

Proseguiamo il nostro viaggio con la Cna di Imperia per raccontare il territorio, la gastronomia, ma anche la storia, l'ambiente e il turismo. Un’occasione straordinaria per scoprire i migliori prodotti di artigiani, che con passione ed entusiasmo mantengono vive tradizioni secolari.


Oggi andiamo sul lungomare di Ospedaletti, che dopo lo spostamento a monte della ferrovia è diventato il cuore della movida del paese. Qui in una bellissima location, a pochi passi dal mare e dalla pista ciclabile, con una impareggiabile vista mare dal dehors esterno, accessibile tutto l'anno, grazie al meraviglioso clima di Ospedaletti, troviamo il ristorante “Come a casa”.

Nel locale opera in sala Licia Casella, che si occupa anche dei dolci e ai fornelli lo chef Piero Bregliano, che propone una cucina di mare e di terra, con prodotti genuini inseriti in piatti innovativi e creativi.

 

(Riprese video e montaggio di MC- Massimo Cimiotti videomaker)

 

I piati del giorno ed il menù degustazione composto da 3 portate a 35 euro, bevande escluse, dipendono dal pescato del giorno e dalle disponibilità dei contadini locali.

L’idea di cucina dello chef è chiara: pochi ingredienti in ogni piatto, al massimo tre o quattro e sempre di grande eccellenza.

 

Tra gli antipasti segnaliamo un Calamaro al limone bruciato e alloro e la Ricciola, con barbabietola e bottarga. Fra i primi piatti gli insoliti ravioli cacio e pepe con pere caramellate o i raffinati spaghetti di Mancini con le acciughe di Monterosso, che sono un piatto fra i più richiesti dall’affezionata clientela.

Una menzione particolare meritano i dolci, preparati con passione da Licia: deliziose la “Tarte au chocolat et framboise”, e la “Cheesecake al cioccolato rosa” Spesso vengono proposte serate a tema o con la presenza di altri chef.

La cantina è ben fornita, con particolare attenzione alle etichette locali.

La sala elegante e raffinata, con pochi e ben distanziati tavoli garantisce un’atmosfera di particolare intimità, dove i clienti possano sentirsi proprio come a casa.

 

Come spiega il direttore dell’associazione di categoria degli artigiani, Luciano Vazzano si tratta “prodotti di grande eccellenza e produzioni rare. Questi sono i veri protagonisti di questo viaggio che porta i lettori a scoprire le bellezze del territorio e da dove viene quello che mangiamo e da chi è prodotto. Ma soprattutto scopriamo anche il grande contributo degli artigiani alla conservazione dell’ambiente, alla salvaguardia delle tradizioni e ed allo sviluppo di un nuovo turismo esperienziale. Un viaggio fra le botteghe artigiane del Ponente ligure, che rappresentano anche un presidio di socialità per tanti borghi e vallate dell’entroterra. Un percorso alla scoperta di realtà artigianali, che non sono semplici laboratori o negozi, ma veri punti di ritrovo e di cultura, dove il lavoro dell’uomo genera bellezza e prodotti unici. Artigiani consapevoli dell’importanza del rapporto con l’ambiente e il territorio, custodi di tradizioni millenarie, ma aperti all’innovazione e con tante storie da raccontare”.

Il  ristorante “Come a Casa”, inserito nella guida dei Ristoranti della Tavolozza si trova a Ospedaletti in via XX Settembre, 22 Tel: +39 3356437370 e disponde di un gradevole sito web

 

 

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche: