Cibo | 20 dicembre 2022

La cucina con i fiori si afferma anche in provincia di Cuneo

Grazie al progetto Interreg-Alcotra "𝘼𝙉𝙏𝙀𝙎" i fiori eduli conquistano chef e pasticceri

La cucina con i fiori si afferma anche in provincia di Cuneo

Sono partite in questi giorni le giornate di formazione e 𝙨𝙥𝙚𝙧𝙞𝙢𝙚𝙣𝙩𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙞𝙣 𝙘𝙪𝙘𝙞𝙣𝙖 𝙙𝙚𝙞 𝙛𝙞𝙤𝙧𝙞 𝙚𝙙𝙪𝙡𝙞 𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙚 𝙥𝙞𝙖𝙣𝙩𝙚 𝙖𝙧𝙤𝙢𝙖𝙩𝙞𝙘𝙝𝙚, sia freschi che essiccati, promosse da Ascom Savigliano e Associazione Terre dei Savoia.

I primi ristoratori, che hanno dichiarato la disponibilità a iniziare questo percorso di formazione e sperimentazione hanno ricevuto la prima fornitura di fiori eduli dall’azienda Ravera Bio di Albenga. La consegna ad opera dei rappresentanti di Ascom e Terre dei Savoia è stata accompagnata da un incontro con il giornalista ed esperto di cucina con i fiori, Claudio Porchia.

Chef e pasticceri hanno potuto conoscere ed assaggiare i fiori commestibili più comuni ed utilizzati dagli chef più famosi: Nasturzio, Begonia, Bocca di Leone, Tagete, Verbena, Nemesi e Calendula sono alcuni dei fiori con cui provare a creare nuove suggestioni culinarie.

Il progetto Antes, candidato con successo sul programma Interreg-Alcotra 2014-2020 opera in un contesto di cooperazione transfrontaliera e si propone di capitalizzare i risultati e le attività prodotte in due progetti predecessori: ANTEA ed ESSICA.

Il nuovo progetto riunisce alcuni dei partner precedentemente coinvolti e sfrutta le sinergie dei due progetti per ampliare le conoscenze e le possibilità di sviluppo delle due filiere, quella delle piante aromatiche e quella dei fiori eduli che, tra loro, hanno in comune diverse peculiarità come la coltivazione sostenibile, il trattamento post raccolta, le tecniche di confezionamento, le caratteristiche nutrizionali e metaboliche legate alla salute umana. Nello specifico, gli obiettivi del progetto Antes si propone di creare un modello utile ad altre filiere agro-alimentari emergenti con un ampliamento dell’offerta produttiva per i fiori commestibili.

Per maggior informazioni: https://www.leterredeisavoia.it/antes/

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: