Eventi | 23 aprile 2021

Forza della Natura: grande successo per l’incontro con Patrizio Roversi promosso da CNA Imperia sul tema dell’impegno degli artigiani in difesa dell’ambiente e della salute dei consumatori.

I migliori prodotti del Ponente ligure In diretta dal Frantoio Sant’Agata della famiglia Mela di Oneglia

Forza della Natura: grande successo per l’incontro con Patrizio Roversi promosso da CNA Imperia sul tema dell’impegno degli artigiani in difesa dell’ambiente e della salute dei consumatori.

Oltre 3.000 contatti ed il numero è destinato a salire nei prossimi giorni rappresentano un grande successo per l’evento inserito nella manifestazione la “Forza della Natura” dedicato a Libereso Guglielmi che si è svolto ieri in diretta streaming sulla piattaforma multimediale del gruppo Morenews.

L’incontro condotto dal giornalista Claudio Porchia ha accompagnato il pubblico in un viaggio fra i migliori prodotti tipici del ponente ligure con la partecipazione straordinaria del giornalista e conduttore televisivo Patrizio Roversi.

Per chi volesse seguire l'incontro, è disponbile a questo link


Dal Frantoio Sant’Agata di Oneglia della famiglia Mela, attrezzato per l’occasione a studio televisivo con il rispetto di tutte le normative di sicurezza, il direttore della Cna di Imperia, Luciano Vazzano, ha aperto una finestra sul mondo del cibo raccontando sapori, tradizioni e colori del Ponente ligure, dove i prodotti della terra e la capacità di trasformarli in deliziosi piatti, rappresenta l'identità di un territorio che corre lungo il mare e confina con regioni di grande tradizione gastronomica come la Francia e il Piemonte. “Ogni preparazione – ha detto il direttore CNA - presenta una storia legata all’offerta dei prodotti locali, conosciuti in tutto il mondo, come l’oliva taggiasca, insieme alle curiosità insite nella selezione degli ingredienti e nelle preparazioni. Oggi più che mai stiamo riscoprendo, anche a causa della pandemia, tradizioni dimenticate”

 

Patrizio Roversi, brillante come sempre, ha dialogato con il conduttore su temi di grande attualità e riconducibili alla lezione di Libereso, come la cucina naturale e senza sprechi, di come le scelte migliori per la nostra salute sono anche le migliori per l’ambiente. E di come la pandemia ci ha costretti a rivedere il nostro rapporto con il cibo, che è prima di tutto un insieme di regole di buon senso per la salvaguardia delle risorse naturali e della biodiversità.

Patrizio Roversi ha poi dialogato con gli artigiani locali scoprendo i migliori prodotti artigiani del Ponente ligure, che gli erano stati inviati in precedenza a casa. Con questi prodotti ha anche realizzato una ricetta tratta dal ricettario del Frantoio Sant’Agata di Oneglia.

Questo l’elenco delle aziende che hanno partecipato all’incontro partendo ovviamente dall’azienda FRANTOIO SANT’AGATA di ONEGLIA FAM. MELA che ha ospitato l’evento:

- “SANDRO CANESTRELLI” di TAGGIA: Canestrelli di Taggia, Canestrelli al cioccolato, Biscotti di Taggia al finocchio, Granatini

- PANE D’OZ di MOLINI DI TRIORA: Pane di Molini di Triora, Benedettini, Pandorzo

 

- AZIENDA AGR. E AGRITURISMO IL POGGIO DI MARO’ di BADALUCCO: Zafferano di Triora Confettura di pomodori verdi e zafferano Confettura pere e zafferano

- BISCOTTIFICIO GIBELLI di VALLECROSIA: Rundi all’olio di oliva, Rundi alla lavanda, Cavagnetti, Canestrelli al fior d’arancio di Vallebona e la VECCHIA DISTILLERIA DI VALLEBONA Acqua di fiori di arancio amaro di Vallebona (Presidio Slow Food)

- AZIENDA AGRICOLA SERENA di BARLA MONICA di BORGOMARO: Marmellata pere e lavanda, Marmellata prugne e zenzero, Marmellata albicocche e lavanda

- SAN PIETROLAB di DIANO SAN PIETRO: Spray igienizzanti alla lavanda Boscomare di Imperia e al timo, Creme viso Argan, Aloe vera e calendula, 0li essenziali e prodotti di cosmesi naturale.

Al termine dell’incontro il direttore CNA, ringraziando tutti i partecipanti ed in particolare Patrizio Roversi per la competenza e simpatia, ha espresso la soddisfazione "per aver offerto la possibilità a artigiani, che operano con passione e impegno in questo territorio, di farsi conoscere e apprezzare da un pubblico nuovo e che possa alimentare lo sviluppo di un turismo legato a prodotti e ricette, che raccontano sapori e tradizioni del Ponente ligure".

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: