Eventi | 06 maggio 2022

Castellar di Saluzzo, ultimo weekend con gli Spaventapasseri (Foto)

Anche nelle giornate conclusive di questa Festa alle “sentinelle dei campi” saranno innumerevoli le attività pensate per famiglie e bambini

Castellar di Saluzzo, ultimo weekend con gli Spaventapasseri (Foto)

Con lo sguardo rivolto al cielo ad implorare la benevolenza del meteo, la ventottesima “Festa degli spaventapasseri” di Castellar di Saluzzo – piccolo ma splendido borgo di case ai pedi di un antico maniero – si appresta a chiudere i suoi battenti ai tantissimi visitatori che l’hanno sino ad ora presa d’assalto.

Dal 1 maggio la festa che ha in Serena Borretta, degna figlia di papà Silvano che una trentina d’anni fa la ideò, ha smosso la fantasia e la voglia di fare dei suoi concittadini, ma non solo di quelli,  e dopo due anni lunghi e difficili è tornata a far respirare voglia stare insieme, di sorridere, di rivivere leggerezza e Spensieratezza.

Domenica 8 maggio quei fantocci stravaganti e divertenti, che da 28 anni, nel mese di maggio, colorano le strade, i giardini, i vigneti del borgo di Castellar, quest’anno più che mai simbolo di ripartenza, di socializzazione e di inclusione e vivranno la giornata conclusiva della loro Festa e daranno a tutti l’arrivederci alla primavera del 2023.

Anche nelle giornate conclusive di questa Festa alle “sentinelle dei campi” saranno innumerevoli le attività pensate per famiglie e bambini: Elena in Soffitta catturerà con la magia delle letture animate (sabato 7 maggio, ore 11 e 16,30); il Teatro delle Nuvole delizierà con uno spettacolo emozionante e sorprendente (sabato 7 maggio, ore 15,00). Inoltre la domenica pomeriggio il Ludobus proporrà giochi creativi in legno e “Artisti mai visti” e musicisti si esibiranno tra le vie del borgo, interagendo con il pubblico. I più grandi invece potranno dedicarsi alla visita guidata della Cappella di San Ponzio, prezioso gioiello immerso tra i campi e alla degustazione di vini nella Cantina del Pelaverga, pregiato vino locale.

Gli Spaventapasseri di Castellar rientrano nell’importante rassegna saluzzese “Start, storia e arte”.
Ogni Spaventapasseri racconta una storia, personale o collettiva e ogni spaventapasseri è un’opera d’arte che racchiude fantasia e natura. Tante e preziose le collaborazioni che rendono possibile questa manifestazione: Municipio di Castellar, Comune di Saluzzo, Fondazione Ambleto Bertoni, Comitato del Forno, Associazione culturale “Lo Spaventapasseri”...molte mani e teste che intrecciandosi creano “La Festa degli Spaventapasseri”.

Il piccolo e magico borgo di Castellar è pronto ad accogliere e coccolare i tanti visitatori che arriveranno!

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: