Ristoranti | 25 ottobre 2022

Badalucco (IM): l'Osteria Cian de Bia’ la cucina dell’entroterra preparata con sapienza antica ed un'accoglienza perfetta.

Proseguiamo il nostro viaggio con la Cna di Imperia per raccontare il territorio, la gastronomia, ma anche la storia, l'ambiente e il turismo.

Badalucco (IM): l'Osteria Cian de Bia’ la cucina dell’entroterra preparata con sapienza antica ed un'accoglienza perfetta.

CNA di Imperia offre un’occasione straordinaria per scoprire i migliori prodotti di artigiani, che con passione ed entusiasmo mantengono vive tradizioni secolari.

Oggi andiamo a Badalucco nel cuore della Valle Argentina, dove all’interno di una bella casa in pietra nel caratteristico centro storico troviamo un locale molto accogliente con camino e le volte con pietre a vista.

Ivo Orengo, il titolare dell’osteria Cian de Bia, ci racconta la sua storia e ci presenta la sua cucina, che comprende piatti della tradizione cucinati con attenzione e utilizzando sempre i prodotti della zona. La maggior parte dei prodotti utilizzati in cucina provengono dall’azienda agricola di famiglia che ha lo stesso nome del locale, “Cian de Bià”, che vuol dire “terreno in piano di Biagio”, il nonno dei proprietari, Ivo e Franca, che producono anche un ottimo olio Evo.

Ricette semplici, quelle dei giorni di festa della nonna, e piatti realizzati sempre con grande professionalità sono il segreto del successo di questo locale, che è una delle mete preferite dagli amanti della buona tavola.

 

 

(Riprese video e montaggio di MC- Massimo Cimiotti videomaker)

Nel menù degustazione, che segue i ritmi delle stagioni, troviamo quattro antipasti “veri”, come l’insalata russa, l’insalata di fagioli bianchi di Badalucco, il brandacujun, la “frandura” piatto tipico del vicino paese di Montalto, il vitello tonnato, frittelle di verdura.

Si prosegue con due i primi, fra cui immancabili e impedibili i ravioli con ripieno di erbe conditi semplicemente con l'olio evo della casa e timo, tagliatelle con quello che offre la stagione, sugo di cinghiale o, se si è fortunati, con i gamberi di fiume.

Fra i secondi imperdibile il coniglio alla ligure, cucinato senza le olive o le lumache e lo stoccafisso che è il protagonista di una famosa sagra, che si svolge in settembre nel paese.

Dolci squisiti dal creme caramel alla focaccia dolce tipica della zona e alla stroscia. Una visita merita anche la cantina di Ivo, grande appassionato di vini. Qui troverete un grande assortimento di etichette non solo liguri e piemontesi.

Come spiega il direttore dell’associazione di categoria degli artigiani, Luciano Vazzano si tratta “prodotti di grande eccellenza e produzioni rare. Questi sono i veri protagonisti di questo viaggio che porta i lettori a scoprire le bellezze del territorio e da dove viene quello che mangiamo e da chi è prodotto. Ma soprattutto scopriamo anche il grande contributo degli artigiani alla conservazione dell’ambiente, alla salvaguardia delle tradizioni e ed allo sviluppo di un nuovo turismo esperienziale. Un viaggio fra le botteghe artigiane del Ponente ligure, che rappresentano anche un presidio di socialità per tanti borghi e vallate dell’entroterra. Un percorso alla scoperta di realtà artigianali, che non sono semplici laboratori o negozi, ma veri punti di ritrovo e di cultura, dove il lavoro dell’uomo genera bellezza e prodotti unici. Artigiani consapevoli dell’importanza del rapporto con l’ambiente e il territorio, custodi di tradizioni millenarie, ma aperti all’innovazione e con tante storie da raccontare”.

L'Osteria Cian de Bia', che per la qualità della cucina e dell'accoglienza è stato inserito fra i Ristoranti della Tavolozza, si trova a Badalucco (IM) in Via Silvio Pellico, 14.  Aperto solo su prenotazione. Telefono: +39 3206622079.  Il Ristorante dispone inoltre di un sito web.

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche: