Cibo | 16 febbraio 2021

Un gelato per tornare in forma. Alimento estivo, ma indicato anche nella stagione invernale.

Dall'azienda ligure Tonitto 1939 arriva il gelato amico della linea e che aumenta il buonumore

Un gelato per tornare in forma. Alimento estivo, ma indicato anche nella stagione invernale.

Per molte persone costrette a stare a casa a causa del Covid cresce la voglia di rimettersi in forma in vista della bella stagione. Per farlo la cosa migliore è giocare d'anticipo e non aspettare l’ultimo minuto: Meglio cominciare subito con una dieta equilibrata, senza rinunciare al gusto, ed insieme dedicarci all'esercizio fisico, che rimane elemento indispensabile per riacquistare la linea perduta durante l’inverno.

L’azienda Tonitto1939, leader per il Sorbetto n°1 in Italia, ha creato Linea, un gelato dolcificato con estratti di stevia, senza zuccheri aggiunti e zero grassi saturi e con meno di 160kcal per 100 g di prodotto.

Il nuovo prodotto nasce dopo aver consultato la nutrizionista Dott.ssa Martina Toschi, che spiega come “oltre al costante mantenimento dell'esercizio fisico, dal punto di vista nutrizionale bisogna mantenere i tre pasti principali ed eventualmente anche gli spuntini nel corso della giornata, senza ricorrere al metodo della compensazione, ovvero mangiare tanto per poi digiunare o quasi il giorno successivo”

È per questo motivo l'azienda ligure con sede a Campi (Genova), di proprietà della famiglia Dovo, ha deciso di puntare su un alimento estivo, ma ottimo e indicato da consumare anche nella stagione invernale. Si tratta del gelato Linea, adatto a chi vuole conciliare gusto e benessere fisico e che oltre a rispettare l'ambiente essendo confezionato in cartoncino riciclabile, è realizzato senza zuccheri aggiunti e dolcificato con estratti di stevia, un dolcificante naturale che non aumenta l’indice glicemico e non ha calorie.

“Se inserito in una dieta bilanciata, il gelato è un pasto completo dal punto di vista nutrizionale perché al suo interno contiene grassi, carboidrati e proteine – aggiunge ancora la nutrizionista -. Inoltre è in grado di stimolare molto la produzione di serotonina ("ormone del buonumore"), che nella stagione fredda cala notevolmente; andrebbe consumato occasionalmente, al pomeriggio o dopo pranzo come dessert, mai dopo cena dove è consigliabile, in linea del tutto generale, fare un pasto più leggero massimo una volta al giorno”.

 

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche: