Eventi | 19 giugno 2022

Nizza: “Artemisia” e “Fleuraisons baroques” due mostre a Palais Lascaris (Foto)

Le mostre, nell’ambito della Biennale delle Arti di Nizza, si possono visitare fino al 9 gennaio 2023. Fra fiori secchi, stampe floreali, ceramiche, bassorilievi ed arazzi riecheggiano gli elementi decorativi barocchi e gli elementi floreali del Palazzo

Nizza: “Artemisia” e “Fleuraisons baroques” due mostre a Palais Lascaris (Foto)

Palais Lascaris propone due mostre nell’ambito della biennale delle arti di Nizza.

 “Artemisia” 

La mostra Artemisia presenta una selezione di opere di Eve Pietruschi. L'Artemisia è una pianta che si trova ai margini di sentieri, spesso presenti nella mietitura, cuore dell'opera di Eva Pietruschi.
Evoca anche la dea Artemide greca, dea della natura, della fauna selvatica, della foresta e delle donne.
Il nome invia con la mente al ricordo di Artemisia Gentileschi, artista barocca del Seicento.

Nell'ambito della biennale “Fleurs!": l'artista nizzarda Eve Pietruschi si è laureata all'Ecole Supérieure Nationale d'Art di Villa Arson nel 2007 e da allora si è rivolta al paesaggio come traccia e memoria.
Mentre osserva regolarmente la natura ispiratrice, osserva Palazzo Lascaris e vi semina le sue creazioni poetiche e i raccolti locali, sotto forma di disegni, sculture, “viaggi immobili” (installazioni), ceramiche crude e cotte, erbari, fotografie.

Fra fiori secchi, stampe floreali, doni e altre creazioni della natura o frutto del lavoro paziente, riecheggiano gli elementi decorativi barocchi e gli elementi floreali del palazzo. Vengono creati spazi di poesia e pieghe, che portano ad un risveglio dei sensi.

Opere: erbari, capsule di Petri, disegni, installazioni murali, impronte di argilla cruda, fotografie, intrecci in clematidi, tappeti floreali, doni, trasferimenti in rame.
Numero: una cinquantina

Fleuraisons baroques
Al Palais Lascaris, gioiello del barocco civile a Nizza, i fiori sono ovunque! Nascosti nell'architettura del Palazzo e nelle sue collezioni: la parola poetica "fioritura" è stata scelta perché evoca un termine botanico antico ampiamente usato nel 18° secolo che significa "sviluppo e fioritura del fiore”.
Gli elementi floreali e vegetali sono i più utilizzati nella decorazione ornamentale e questo da secoli e in tutte le culture.

In Occidente i fiori e la loro rappresentazione artistica sono presenti dal medioevo e dal XVI secolo, la botanica si sviluppa come scienza e, con essa, le collezioni di fiori e piante.
Collezioni da ornamento e opere botaniche da cui gli artisti trarranno modelli e cercheranno di imitare la natura o sviluppare forme più stilizzate e fantasiose.
Nei grandi saloni, sull'intarsio, tra i legni dorati, nelle opere di Eva Pietruschi riecheggiano i motivi floreali ovunque presenti nel museo: la mostra invita il visitatore a (ri)scoprire Palais Lascaris da un'altra prospettiva: alla ricerca dei fiori!

Opere: arti decorative (ceramiche, decorazioni pittoriche, bassorilievi, arazzi, mobili) e strumenti musicali.

Per l'occasione vengono presentate le collezioni conservate nel museo, ma non esposte come maioliche e porcellane con ornamenti floreali i cui motivi delicati e colorati si sono incrociati nei secoli. Vengono presentati anche preziosi tessuti ricamati e una selezione di mobili.

Palais Lascaris si trova nel Vieux Nice in Rue Droite 15 ed è aperto tutti i giorni tranne il martedì dalle 10 alle 18.






Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche: